Piccola Suite

Op. 34 di Vito Mastrorosa 46. Composizione dedicata a Johann Sebastian Bach, ispirata agli stili del periodo Barocco ed in una chiave di lettura accessibile ai primi livelli di studio del pianoforte.

1-Preludio; 2-Minuetto; 3-Danza Corale; 4-Minuetto; 5-Passepied; 6-Rondò.

L’idea è che, per avvicinarsi alla composizione, occorre ripercorrere i passi degli autori del passato, man mano rinnovandosi e creando con competenza nuove forme che però, oltre che nuove, siano buone. (Naturalmente il mio è un umile tentativo desideroso di rendere omaggio al Grande ed unico Maestro)

Annunci

Frédérik Chopin

  • E. Chopin. (Zelazowa Wola, 1810 – Parigi, 1849)

     Lettera di padre Ielawcicky del 21/10/1848 < Tutti si stupivano del fatto che, in un corpo tanto fragile, l’anima non perdeva nulla della sua vivacità. Nei suoi occhi, normalmente piuttosto velati, si accendevano talvolta sguardi scintillanti. Egli sembrava appena appartenere alla terra, ma ahimè , pensava solo al cielo! Aveva pochissimi buoni amici; ma molti cattivi, senza fede e che sopratutto formavano la cerchia dei suoi “adoratori”. I trionfi che aveva conseguito nell’arte più penetrante soffocavano nel suo cuore i singhiozzi dello spirito santo. In punto di morte Chopin si confessò e disse: “Già sono giunto alla sorgente della felicità”. Da alcuni giorni il suo atteggiamento verso la fede era totalmente cambiato.

Noadia Sogna

“Noadia Sogna” fa parte della raccolta di brani a lei dedicati “I Sogni di Noadia”. FANTASIA per Pianoforte. Le poche note iniziali si sviluppano in un movimento più complesso nella seconda parte quasi a rappresentare una fase più drammatica del sogno, un incubo, una momentanea paura, una meraviglia, per poi tornare ad un sereno e rassicurante risveglio.

Quando Musica è Onore

Sì, fui soldato…(Musica di Umberto Giordano, libretto Illica – canta Mario Del Monaco, 1961) una delle più commoventi e toccanti pagine della lirica in cui arte scenica, musica e poesia (componenti perfette del melodramma) si fondono per esaltare lo spirito patriottico e il senso vero dell’onore e dell’amore in contrapposizione al fanatico senso di giustizialismo, impasto di odii e rancori, cieco di invidia e ignoranza e incapace di guardare, ricordare e preservare quanto di bello ci viene tramandato e spesso ci circonda. 

La logica della rivoluzione può avere tutte le sue ragioni di essere, siano motivazioni politiche, sociali, religiose, economiche e culturali oltre che egoistici interessi e spesso assume la sua posizione colpendo irragionevolmente ricchezze e capolavori retaggio del passato: i suoi monumenti, la musica, la poesia, l’onore… dando spazio ad una generazione fatta solo di barbarie e di ignoranza. Dio ci scampi.

Chopin

La drammaticità della II Ballata in F maggiore di Frydryk Chopin Op. 38 è evidente nell’ Agitato finale, inaspettato sempre forte che va ben pedalizzato fino al Fine. Forse la difficoltà maggiore sta nel suonarlo con grande forza ma senza abbandonare nitidezza del suono e la poetica pianistica tipica di Chopin. Averla studiata ora, in tarda età, con i miei 71 anni compiuti in marzo 2017,  mi ha dato grande gioia e mi ha permesso di scoprire ancora di più dell’animo del grande Compositore. 

Lo Studio finisce con la vita

Pavana Brundisia 

4° della raccolta di quattro studi op. 33 ispirato alla Danza rinascimentale detta Pavana (forse di origine Padovana o detta così per la movenza elegante del pavone) estesasi in tutta l’Europa e in particolare in Spagna e Francia. ( in due movimenti, andamento lento, piede a terra).